Vademecum di Natale: come comportarsi a tavola se sei a dieta

vademecum_feste

Ogni anno con l’avvicinarsi delle feste di Natale devo affrontare lo smarrimento dei miei pazienti a dieta, divisi tra la voglia di festeggiare e la frustrazione di dover rinunciare al panettone.

Ebbene ecco i consigli che do a loro, a voi e a me stessa per uscire sereni e in forma dal tour de force di fine anno.

  • Concedetevi 2-3 occasioni (io li chiamo Bonus) in cui mangiate senza pensare alla dieta. Vi sedete a tavola, vi rilassate e vi godete il pranzo o la cena. Decidete prima però cosa volete mangiare, ad esempio se preferite il gusto salato mangiate antipasti e primi (porzioni piccole) ed evitate o riducete i dolci, oppure viceversa se preferite il gusto dolce. In entrambi i casi scordatevi il pane o i succedanei.
  • Masticate! Lo stomaco che si dilata impiega circa 20 minuti a comunicare al cervello che è sazio: se mangiate con avidità senza masticare, in 20 minuti potreste ingurgitare una quantità di cibo spropositata senza che lo stomaco abbia il tempo di farvi sapere che siete sazi. Vi trovate così con la pancia tesa e la sgradevole sensazione di essere gonfi fino a scoppiare.
  • Godetevi l’occasione conviviale senza sensi di colpa, vi fanno ingrassare perché aumentano il grado di stress! Non si tratta infatti di uno “sgarro” ma di una parte già prevista nel percorso alimentare e dunque concordata del tutto.
  • Fate una bella passeggiata di un’oretta per aiutare la digestione e se l’intestino si impigrisce a causa dei cibi troppo elaborati, aiutatevi con un po’ di magnesio e acqua calda.

Potrebbe interessarti anche